Home»News»Il Defender rinasce come Ineos Grenadier 4×4 con il miliardario Radcliffe

Il Defender rinasce come Ineos Grenadier 4×4 con il miliardario Radcliffe

0
Condivisi
Pinterest Google+

Il nuovo Defender sia chiama Ineos Grenadier 4×4. Il miliardario britannico Jim Ratcliffe è riuscito a rivitalizzare l’iconico modello di Land Rover, diventa sinonimo di avventura. E, infatti, la società parla di un fuoristrada “concepito con un chiaro obiettivo” e cioè avere sempre “l’aspetto di un autentico 4×4”.

Motori Bmw, trasmissioni ZF, sviluppo Magna Steyr e assali Carraro

Anche le caratteristiche sono quelle di un veicolo per ogni uso: i parafanghi anteriori sono annunciati in grado di sopportare il peso di una persona. La società non ha diffuso, non ancora almeno, dettagli tecnici circa le dimensioni o le motorizzazioni. Ha tuttavia anticipato collaborazioni con Bmw proprio sul fronte dei propulsori, con ZF per le trasmissioni, con la Magna Steyr per lo sviluppo in serie dell’Ineos Grenadier e per le sospensioni, con la Gestamp per il telaio a longheroni e con la Carraro per gli assali. Il fuoristrada che resuscita il Defender andrà in produzione in Galles verso la fine del 2021 in uno stabilimento che verrà edificato a Bridgend.

L’Ineos Grenadier 4×4 porta lavoro nel Regno Unito e in Portogallo

Il costruttore stima la creazione di 200 posti di lavoro, che nel lungo periodo potrebbero diventare 500.La linea di preassemblaggio per i componenti di telaio e carrozzeria sarà a Estarreja, in Portogallo dove sono possibili altre 500 assunzioni. L’Ineos Grenadier disporrà della trazione integrale permanente e di capacità di carico anticipata “ottimale”. Il carico utile sarà di una tonnellata, mentre la capacità di traino raggiungerà le 3,5 tonnellate. La distribuzione sarà globale, inclusi Sudest asiatico e Oceania. I mercati principali saranno tuttavia quelli tradizionali di Regno Unito, Stati Uniti, Germania nonché Australia e Sudafrica. Ineos sta mettendo in piedi la rete di distribuzione.

Articoli precedente

Audi e-tron S, la prima volta dei tre motori su auto di serie di "massa"

Articolo successivo

Citroen e-C4 e C4, la rinnovata berlina francese è regina del comfort