Home»News»Il ritorno della Nissan Juke, più lunga e con il solo tre cilindri da 1.0 litri

Il ritorno della Nissan Juke, più lunga e con il solo tre cilindri da 1.0 litri

0
Condivisi
Pinterest Google+

Il ritorno della Nissan Juke, più lunga e con il solo tre cilindri da 1.0 litri

Le prime consegne del rinnovato crossover coupé Nissan Juke sono previste per novembre. Il prezzo italiano parte da poco meno di 20.000 euro (19.620 per la precisione): il motore diesel e la trazione integrale sono state eliminate dall’offerta. In futuro dovrebbe arrivare un sistema ibrido, almeno formalmente ancora in fase di studio. Il costruttore nipponico affida anche a questo modello le sue speranze di rilancio.

Il costruttore si aggrappa a questo modello per uscire dalla crisi

Dopo aver praticamente creato il segmento dei crossover – prima con la Qashqai e poi con la Juke – Nissan non è riuscita a restare al passo con i rivali e adesso ne sta pagando il prezzo. Il caso Ghosn non è ancora archiviato, anche se il suo successore Hiroto Saikawa, rimasto vittima dello stesso sistema di pagamento costato caro al manager dalla triplice cittadinanza, verrà rimpiazzato dall’inizio dell’anno da Makoto Uchida, in teoria un sostenitore dell’Alleanza (Renault ha nel frattempo silurato Thierry Bollorè anche per aver affossato la fusione con FCA ed affidato il marchio ad interim a Clotilde Delbos). Quasi “aggrappato” alla Juke, Nissan prova a rilanciarsi a partire dalle strade di Barcellona, dove si è svolto il test drive della nuova generazione.

La nuova Nissan Juke guadagna 7 cm in lunghezza e 10 di passo

La Nissan Juke è più lunga di 70 millimetri (4,21 metri): il passo ha guadagnato addirittura 10 centimetri (2,64 metri). Del resto la piattaforma è la stessa della Captur, anch’essa “lievitata”. La capacità del bagagliaio aumenta del 20% e parte da 422 litri. Sotto il cofano monta il tre cilindri turbo benzina da 1.0 litri da 117 CV e 180 Nm di coppia (200 fino ad un massimo di 25 secondi con la funzione Overboost). L’unità è disponibile anche in abbinamento alla trasmissione automatica a doppia frizione a 7 marce i cui consumi sono leggermente superiori a quelli dichiarati con il cambio manuale a 6 rapporti: 6,1 contro 6 l/100 km. La gamma, esclusivamente a due ruote motrici, è stata arricchita dal nuovo allestimento N-Design, che di serie ha cerchi da 19”.

Una versione in più, la N-Design, e fari Full LED di serie

Le altre versioni sono Vista, ACenta, N-Connecta e Tekna. Tre le modalità di guida fra le quali può optare chi guida: Standard, Eco e Sport. La nuova Nissan Juke offre un pacchetto di tecnologie di sicurezza che include la frenata d’emergenza intelligente con riconoscimento di pedoni e ciclisti, il rilevamento della segnaletica stradale, la funzione di mantenimento della corsia e altro ancora. Per la prima volta nel segmento, con questo modello debutta l’intervento sull’angolo cieco che riporta la vettura nella corsia giusta per prevenire la collisione. I fari Full LED sono di serie su tutta la gamma ed aumentano il campo visivo di 10 metri in larghezza e 5 metri in profondità.

Articoli precedente

A Melfi le plug-in Jeep Compass e Renegade, primi test sulla produzione

Articolo successivo

Renault in crisi, silurato Bollorè scatta la revisione degli obiettivi. Al ribasso