Home»News»Rischio incendio per la Audi e-tron, scatta il primo richiamo (volontario)

Rischio incendio per la Audi e-tron, scatta il primo richiamo (volontario)

0
Condivisi
Pinterest Google+

Rischio incendio per la Audi e-tron, scatta il primo richiamo (volontario)

Il richiamo è volontario, ma riguarda l’ammiraglia ecologica della casa dei Quattro Anelli, la Audi e-Tron 55 quattro Il nome completo). La campagna riguarda 1.644 suv a zero emissioni negli Stati Uniti, anche se appena un terzo è già stato consegnato ai clienti (540). La misura cautelare è stata adottata per evitare il rischio di roghi.

Rilevato un difetto nel sistema di isolamento della batteria

A quanto pare è stato rilevato un difetto nell’isolamento che può provocare l’accumulo di umidità nella batteria. In determinate condizioni questo può portare ad un cortocircuito e, eventualmente, ad un incendio. Finora, tuttavia, non è stato segnalato alcun caso di questo genere. Ma proprio perché la Audi e-tron rappresenta il modello della svolta, il costruttore ha deciso di intervenire rapidamente e senza tentennamenti. La casa di Ingolstadt ha spiegato che i proprietari posso continuare ad utilizzare l’auto, a meno che non cominci a lampeggiare l’indicatore giallo delle batterie.

Audi e-tron sostituita con una vettura di cortesia e 800 euro per il rifornimento

In quel caso Audi suggerisce di non impiegare più il veicolo. Ai clienti ha già fatto sapere di offrire una macchina sostitutiva con un buon di 800 per il rifornimento. La commercializzazione della Audi e-tron è cominciata da poco: il modello è il primo di una serie di veicoli a zero emissioni. Il suv da 4,9 è accreditato di un’autonoma di 400 km grazie all’accumulatore da 95 kWh. Le riparazioni legate al richiamo cominceranno in agosto.

Articoli precedente

Alfa Romeo Stelvio Ti, il Biscione rilancia la sigla "Turismo Internazionale"

Articolo successivo

Il facelift della Hyundai Ioniq, la berlina ottiene motore e batteria della Kona