Home»News»Volvo XC40 Recharge, il suv elettrico da 400 km di autonomia (WLTP)

Volvo XC40 Recharge, il suv elettrico da 400 km di autonomia (WLTP)

0
Condivisi
Pinterest Google+

Volvo XC40 Recharge, il suv elettrico da 400 km di autonomia (WLTP)

La Volvo XC40 Recharge è la prima auto elettrica del costruttore svedese di proprietà dei cinesi di Geely. Il suv a batteria è stato anticipato con un’autonomia di oltre 400 chilometri nel ciclo di omologazione WLTP. Si tratta di una percorrenza importante, anche se non da primato.

Suv a zero emissioni con 408 CV di potenza massima

Per questo ci sarà da attendere anche il prezzo della Volvo XC40 Recharge per capire come potrà incidere sul mercato e sfidare la concorrenza. La potenza è di 408 CV, mentre la batteria si potrà ricaricare all’85% in 40 minuti. Con questo modello la casa scandinava spalanca le porte al futuro che, in qualche modo, essa stessa aveva contribuito a delineare. Volvo, infatti, aveva annunciato prima di altri marchi l’intenzione di elettrificare l’intera gamma anticipando il graduale addio al gasolio e, più in generale, ai motori a combustione. La stessa Volvo aveva anche anticipato di voler limitare la velocità massima delle proprie auto per contribuire all’aumento della sicurezza sulla strade.

Volvo XC40 Recharge con il nuovo sistema di infotainment basato su Android

La Volvo XC40 Recharge è la prima di una serie di auto a zero emissioni. Il suv a zero emissioni disporrà anche del nuovissimo sistema di infotainment basato sul sistema operativo Android di Google. I clienti beneficeranno di un’offerta interessante che prevede la gratuità del pieno per un anno attraverso una formula di rimborso. Il costruttore ha confermato che nel prossimo lustro, nel corso di ogni anno verrà lanciato un nuovo modello elettrico. L’obiettivo è quello di portare al 50% la quota di vetture solo elettriche sul totale di vendite globali entro il 2025. Già entro la fine del prossimo anno le auto plug-in dovrebbero valere un quinto dei volumi del costruttore svedese.

Articoli precedente

Dyson e Harley-Davidson, i nuovi esempi dei problemi a zero emissioni

Articolo successivo

Toyota a zero emissioni, al Tokyo Motor Show citycar elettrica da 60 km/h