Home»News»Volkswagen T-Roc cabrio, il suv open air che debutta all’IAA di Francoforte

Volkswagen T-Roc cabrio, il suv open air che debutta all’IAA di Francoforte

0
Condivisi
Pinterest Google+

Volkswagen T-Roc cabrio, il suv open air che debutta all’IAA di Francoforte

Al Salone di Francoforte debutta un sub scoperto, cioè la Volkswagen T-Roc cabrio. Il costruttore ha già diffuso le immagini del modello che debutterà nel corso del 2020. La scelta è non meno che coraggiosa e quasi un po’ controcorrente. Anche perché i modelli cabrio rappresentano una nicchia del mercato e “tirano” solo in alcuni paesi.

La T-Roc cabrio sfida la Range Rover Evoque

Ma il colosso tedesco ha evidentemente deciso di cavalcare l’onda dei suv, proponendo la T-Roc cabrio come ulteriore variante. Che, tra l’altro, sostituisce la Golf scoperta, cancellata dall’offerta. Malgrado diverse suggestioni, esiste finora un solo suv “open air”: la Range Rover Evoque. La soluzione con la capote in tela a comando elettrico comporta il sacrificio della capacità del bagagliaio, che passa da 392 a 284 litri. L’adozione del tetto apribile ha costretto gli ingegneri ad apportare diverse modifiche, che hanno inciso anche sul peso della vettura.

Quattro centimetri di lunghezza in più e solo a due ruote motrici

In lunghezza, la T-Roc cabrio guadagna qualche centimetro ed arriva a 4,27 metri. La dotazione di serie è stata anticipata generosa, soprattutto per quanto riguarda i sistemi di assistenza alla guida. Il cruscotto digitale o il più avanzato infotainment MIB3 (lo stesso della nuova Passat) sono a richiesta. Il suv tedesco open air verrà offerto esclusivamente a trazione anteriore negli allestimenti “Style” ed “R-Line”. Sotto il cofano saranno disponibili i turbo benzina a tre cilindri da 1.0 litri da 115 ed a quattro cilindri da 1.5 litri da 150. La capote si potrà aprire e chiudere fino a 30 km/h.

Articoli precedente

La rarissima Aston Martin DB5 "007" venduta all'asta per 6,5 mln di dollari

Articolo successivo

Le foto del suv The Boot, il fuoristrada che deve raggiungere quota 6.900